La Galleria Tornabuoni di Londra presenta un excursus sullo scenario italiano del secondo dopoguerra, con un focus particolare su Milano, Torino e Roma, dove le sperimentazioni nel cinema, nell’arte figurativa, nel design e nell’architettura danno vita alla famosa rinascita culturale ed economica conosciuta come “il boom”. Maestri come Lucio Fontana, Alberto Burri, Tano Festa, Carla Accardi e Pino Pascali rispondono a questo fermento con opere dallo straordinario valore artistico. Il catalogo a cura di Flavia Frigeri aiuta a comprendere pienamente uno dei periodi più floridi del nostro tempo.

Flavia Frigeri è storica dell’arte e curatrice, attualmente insegna al Dipartimento di Storia dell’Arte all’University College di Londra, dove ha discusso la sua tesi sull’arte italiana del secondo dopoguerra. Ha ricoperto il ruolo di Curator, International Art e Assistant Curator alla Tate Modern. Ha curato (insieme a Jessica Morgan) The World Goes Pop, una rivalutazione della Pop Art da una prospettiva globale. Tra i suoi precedenti progetti troviamo Henri Matisse: The Cut-Outs, Paul Klee: Making Visible and Ruins in Reverse. Dal 2010 al 2011 è stata insignita del Solomon R. Guggenheim Foundation’s Hilla Rebay International Fellowship, che comprende una serie di compiti al Solomon R. Guggenheim Museum di New York, al Guggenheim Museum di Bilbao e al Peggy Guggenheim Collection di Venezia.

BOOM Art and Industry in 1960s Italy

Peso 0.52 kg
Dimensioni 21 × 28 × 1 cm
Pagine

92

Anno pubblicazione

2018

Lingue

inglese

Stampa

colori

Legatura

brossura con bandelle

Disponibilità

non disponibile

Numero immagini

53

a cura di Flavia Frigerio

Edizione inglese

18.05

5% Off

Esaurito

ISBN: 978-88-99534-83-7